India: l’ottava meraviglia del mondo grazie alla vittoria di Modi

Maggio

15

by Claudia Segre // in

0 comments

Come era nei pronostici Narendra Modi leader del partito indù nazionalista del Bharatya janata party (Bjp) ha vinto le elezioni indiane favorendo l’affermazione della Borsa indiana , che dall’inizio dell’anno ha performato per il 24% e della rupia indiana che ha toccato i massimi dall’agosto 2013.

Festeggia anche lo stato del Gujarat , del quale Narendra Modi e’ il Governatore ormai da dieci anni, e con lui quella parte della societa’ indiana che ripone le speranze nel candidato che , forte della sua Alleanza Democratica  (NDA) di centro destra   , ha promesso di completare quelle riforme che garantiscono uno sviluppo economico forte e duraturo. Promesse ambiziose e vicinanza alle imprese che hanno creato una piattaforma elettorale vincente che ha sbaragliato   la dinastia Gandhi che con il suo Indian National Congress (INC) di centro sinistra non ha convinto .

L’ultima decade con il Partito del Congresso ha visto un calo della crescita economica, che quest’anno si attestera’ sotto il 5%,  e le riforme su trasporti ed energie incomplete per non parlare della “” dalle scuole dei bambini mentre la corruzione risulta triplicata e vede molti politici esposti .Indubbiamente Modi risulta pulito, vincente sul lato economico e soprattutto porta alta una bandiera a difesa dei valori dell’induismo, che pero’ spesso a onor del vero gli ha causato molte critiche per i modi spicci e talvolta cruenti con i quali le vicende sociali tra la comunita’ mussulmana e quella induista son state risolte nel Gujarat negli anni passati.Abilmente proprio per far rientrare queste critiche Modi ha preso le distanze da certi accadimenti e  si e’ battutto per attrarre investimenti nel Gujarat a favore di entrambe le comunita’, mantenendo pero’ sempre una posizione pro indu’ molto evidente.Inoltre la questione islamica si incrocia con gli attacchi perpetrati da gruppi pachistani negli anni e quindi la figura di Modi aldila’ di poter essere “divisiv” su questi temi potrebbe invece diventare “decisiva” per far rientrare ambizioni e pericoli derivanti dall’instabilita’ politica pakistana e da un terrorismo ai confini dell’India senza controllo….se non per i “droni” Usa.

Questo cambiamento quindi rappresenta una svolta e se sull’azionario gli analisti sono neutrali con i nuovi massimi raggiunti certamente titoli obbligazionari e fondi promettono bene anche perche’ supportati da un ritorno dei flussi di investimento verso gli emergenti e particolarmente sui fondi obbligazionari.

L’inflazione quest’anno dovrebbe rientrare nel target 8-8.5% rispetto al 10% dello scorso anno anche a causa del rallentamento economico ma i titoli a 10 anni rendono sopra l’8.5% e son le prospettive sulla rupia che solleticano maggiormente l’appetito degli investitori .Una ripresa poi di un clima positivo degli investimenti favorito anche dalle aspettative di un’affermazione della coalizione governativa che e’ risultata vittoriosa aiutera’ ad correggere una tendenza che sino ad ora aveva visto l’India fanalino dei coda per FDI Flussi di investimento dall’estero rispetto al PIL.

La scommessa e’ iniziata , Modi cavalchera’ questa vittoria per imporre il modello economico e di successo del Gujarat , e anche se non sara’ semplice: il Paese e’ dalla sua parte ed e’ giunto il momento anche per un accreditamento internazionale con l’ottenimento di un seggio al Consiglio di Sicurezza dell’Onu, un passaggio che darebbe soddisfazione ad un Paese al quale l’etichetta di paese emergente sta stretta pur tenendosi stretta la maglietta di Paese BRICS all’interno del G20.

About the author, Claudia Segre

As a financial expert, author, speaker, and the president of Global Thinking Foundation, Claudia Segre believes the only way to build a brighter, more prosperous future is to invest in the financial education of all women and girls.

She uses her platform to fight economic violence, accelerate financial inclusion for women, support female entrepreneurs, and promote the role of fintech in closing the gender gap.

Unisciti a Claudia’s Vibrant Community

Iscriviti per entrare a far parte delle conversazioni che contano

Consent(Richiesto)
This field is for validation purposes and should be left unchanged.

Restiamo in contatto!

>