Torna al centro del dibattito la questione del federalismo in Italia, soprattutto nel Settentrione, l’area più produttiva dello Stivale che oggi deve confrontarsi con i nuovi paradigmi di sostenibilità economica, finanziaria, produttiva, ambientale e sociale, soprattutto in questa nuova fase post-pandemia.

Un’analisi approfondita sull’argomento arriva dal saggio “L’Italia delle autonomie. Alla prova del Covid-19” (edito da Guerini e Associati)curato da AffariInternazionali, la rivista online dell’Istituto Affari Internazionali, think tank fondato da Altiero Spinelli nel 1965. Un progetto editoriale nato in seguito alle iniziative intraprese da Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna nel 2017, e che oggi si impone all’attenzione nazionale.

Attraverso i contributi di autorevoli esperti, quali Alberto Brambilla, Angelo De Mattia, Claudia Segre e Antonio Felice Uricchio, il saggio, curato da Giorgio Arfaras, passa in rassegna minuziosamente i temi più dibattuti sull’argomento: dallo sviluppo socioeconomico del Nord al sistema bancario e finanziario, dal welfare alla sostenibilità, fino all’interazione con il Mezzogiorno.

L’Italia delle autonomie affronta la questione settentrionale partendo proprio dalle problematiche di disagio manifestate dalle regioni del Nord Italia nei confronti delle politiche statali nazionali, tenendo sempre in considerazione gli effetti di lungo termine dovuti alla diffusione del coronavirus. Sottolineando, in conclusione, che “dopo l’opzione non realistica della secessione”, quella probabilmente più efficace è il federalismo.

Il Federalismo – in Italia, ma non solo – accende le passioni. E più spesso che no, se ne parla con piglio da “tifoseria”. Laddove si scontrano le narrazioni, che si esemplificano in figure come le “formiche”, che abitano il Settentrione, contrapposte alle “cicale”, che vivono nel Meridione. Ultimamente sono sorte delle nuove tifoserie che traggono origine dall’impatto del Coronavirus. Si hanno quelli che vogliono centralizzare come in passato, e quelli che vogliono delegare in misura maggiore. Ci piace pensare che questo volume possa interessare chi sia tentato di smettere di appartenere alle tifoserie, sia vecchie, sia nuove.