Estate torrida dopo le parole della Yellen sui tassi

Dopo un seminario dedicato a “Costruire un Economia per la Prosperità e l’Uguaglianza”, che suonava un po’ paradossale dati i toni sempre più accesi della campagna elettorale americana, il Radcliff Day all’Harvard University prevedeva un pranzo che ospitava alcune riflessioni di Ben Bernanke, seguite da una conversazione tra Gregory Mankiw, noto economista che insegna alla Harvard University e blogger già consigliere di George W. Bush, e Janet Yellen, Presidente della Federal reserve.Inaspettatamente, (ed in anticipo su una settimana ricca di dati economici statunitensi ai quali seguirà il suo speech del 6 giugno a Philadelphia prima del meeting Fed del 14 giugno), la Yellen ha approfittato dei 15 minuti a disposizione nella fase finale di “Domande e Risposte” (Q&A) per mandare un messaggio nel quale ha chiarito che ci sarà un rialzo nei prossimi mesi, quindi prima di dicembre, e che si muoverà cautamente e con gradualità.

Tutta l’attenzione ora si sposta a luglio con un dollaro Usa che si mantiene forte ed i cinesi sulle barricate pronti a difendere le proprie riserve internazionali.

Con l’S&P che stupisce a ridosso di 2100 pb ci si prepara all’esito del referendum sulla Brexit, previsto per il 23 giugno, ed a questo possibile rialzo dei tassi con la parte a breve dei Treasuries sotto pressione.

Uno scenario di rialzo a luglio e poi un altro a dicembre favorirebbe il mantenimento di posizioni a rischio sull’azionario, con dollaro e petrolio sui massimi. E con il Giappone pronto a manovre extra in termini di stimoli all’economia anche il Nikkei è atteso a nuovi massimi.

L’annuncio è arrivato nella sera di venerdì con un bilancio supplementare previsto tra 5 e 10 trl di yen, e cioè sino a oltre 90 miliardi di dollari americani. Il mercato ha reagito abbastanza bene anche se si aspettava qualcosa in più.

Quindi prepariamoci ad una settimana entusiasmante con nuovi ed interessanti minimi sull’oro e dati macro al centro della scena . Come ovvio c’è un dietro le quinte tra chi vede nel discorso un test importante per le divisa statunitense e l’oro e chi si affretta a ricordare che la Yellen sia parecchio sotto pressione perché in caso di una vittoria di Trump sarà molto difficile una futura coesistenza.Di sicuro i tassi reali son balzati ai livelli del precedente discorso di Marzo misurati sui titoli governativi a 5 anni.

Alla fine dell’evento la Yellen è stata celebrata con la Radcliff Medal, un’onorificenza che è destinata a premiare “una vita ed una professione dedicata ad avere un impatto sociale significativo”, ciò recita la dedica della storica medaglia e questo messaggio è stato reiterato ulteriormente dallo stesso predecessore Ben Bernanke durante la serata e dal suo mentore James Tobin… quello della Tobin Tax, per capirci…. E non nella versione “italiana”.

Tutti pronti a questa torrida estate con un nuovo sound in cima alle classifiche che si chiama TropicalHouseMusic e l’incontro davanti al World Affairs Council di Philadelphia, prima del periodo di blackout che solitamente è la settimana prima della Fed. Si accettano scommesse per vendite al dettaglio, inflazione, sussidi alla disoccupazione, vendita di case, produzione industriale e Philly Fed Index. La nuova locomotiva globale è a stelle e strisce e giustamente la Yellen non vuole ripetere gli sbagli di Frau Merkel, quindi avanti tutta ma pronti a tirare il freno a mano senza eccessi.

Leave a Reply