– Quella del 15 ottobre è una scadenza importantissima per ottenere il pre-finanziamento del 10% sui fondi europei e mentre la Francia ha già presentato il suo piano di rilancio, l’Italia ne sta ancora discutendo.

– Prendere tempo porta anche i mercati finanziari ad essere sulla difensiva. Senza ripartenza l’Italia rischia di rimanere intrappolata in una politica che, se continua a rimandare, andrà contro un’accelerazione di misure che devono essere prese.

– L’istruzione e la digitalizzazione, per tutti e non solo per la pubblica amministrazione, devono essere la priorità su cui investire. Si ricorda che in Italia solo il 76% della cittadinanza utilizza internet contro l’87% in Europa. E con un numero di laureati pari al 27,6% rispetto al 40% in Europa.