CLAUDIA SEGRE

CLAUDIA SEGRE

Presidente Global Thinking Foundation

Laureata all’Università di Torino in Bachelor Economics – Major International Economics, ha lavorato presso primarie Banche italiane per oltre 30 anni e collaborato con varie Università e Fondazioni per diffondere l’importanza della cultura economica e finanziaria

Ha dedicato la sua carriera di Trader e Manager allo studio dei rischi e delle dinamiche dei mercati internazionali, nonchè all’approfondimento delle dinamiche geopolitiche globali ed alle relative correlazioni economico finanziarie, ricoprendo ruoli di Responsabilità sul Trading e Manageriali nelle CapoGruppo di Unicredit Group, Gruppo Intesa e Credito Emiliano.

E’ Socio Fondatore di ASSIOM FOREX, gia’ Vice Presidente di ASSIOM e attiva in Associazione dal 1993. E’ stato Segretario Generale ASSIOM FOREX dal 2009 al 2016, ed e’ attualmente Direttore Responsabile delle Pubblicazioni e Membro del Consiglio Direttivo. Chairman Board of Education di ACI FX International dal 2012 al 2015, ora e’ Honorary Member ACI International. Membro della Consulta degli Esperti della VI Commissione Finanze Camera dei Deputati dal 2016 al 2018.

Dal 2016 è Presidente della Global Thinking Foundation organizza e sponsorizza progetti finalizzati a migliorare l’inclusione sociale ed economica in Italia, Europa e USA , attraverso diverse collaborazioni con le istituzioni pubbliche ed enti privati.

Global Thinking Foundation promuove un approccio valoriale alla consapevolezza finanziaria rivolgendosi agli studenti meno abbienti, alle famiglie e alle fasce vulnerabili nell’ambito dei 17 Obiettivi per uno Sviluppo Sostenibile definiti dalle Nazioni Unite. La Fondazione partecipa agli incontri di INFE (Networking Internazionale per l’educazione Finanziaria) organismo dell’OCSE e agli incontri del Fondo Monetario Internazionale (FMI) dedicati alle Civil Society Organizations durante gli Annual Meetings per condividere e discutere iniziative e progetti favorendo lo scambio di buone prassi tra i 190 Paesi aderenti.

Ha ricevuto vari riconoscimenti nazionali ed internazionali tra cui:

2017 : Best 100 CV Excellent Women in Finance against Stereotypes
(Fondazione Bracco supported by EU Commission )
2016 : ASSIOM FOREX Cavanna Lifetime Achievement Award
2011 : 1000 CV Excellent Italy Fondazione Bellisario
2005 : Best Dealer Hungarian Market – MTS NewEurope
1999 : Best Political Format “Geopolitics Atlas” RaiNews24

QUOTE e MOTIVAZIONE DEL BLOG

C’e’ stato un tempo dedicato a viaggiare, comunicare, approfondire, ascoltare, elaborare la complessità dei Paesi visitati ed al contempo studiarne la storia , le dinamiche demografiche, la politica e lo sviluppo socio economico con un occhio attento alle correlazioni che gli eventi del passato inevitabilmente lasciano all’analisi del presente. In un mondo di fake news, di realtà artefatte e strumentalizzate per fini politici non resta che l’ambizione di dare il proprio contributo ad un giornalismo investigativo attento all’attualità calata nei mercati finanziari che a dieci anni dalla crisi globali appaiono straordinariamente interessanti per il passo impresso da una rivoluzione digitale che impatta le valutazioni societarie come la platea dei prodotti finanziari messi a disposizione dei risparmiatori.

La Conferenza di Parigi sul clima COP21 del 2016 rappresenta poi la pietra miliare dalla quale è nata una nuova consapevolezza sull’esigenza di una comune proattività dei Governi sulla piattaforma degli obiettivi globali dell’Agenda 2030. Un’opportunità unica per imporre un nuovo passo anche ai mercati finanziari internazionali, coniugando rendimenti finanziari con l’emissione di prodotti che tenessero conto dell’effettivo impatto ambientale e sociale sino a spingersi a un drastico cambiamento della governance delle Big Corporates ma non solo.

Una bella risposta finalmente alla nemesi dei subprime loans che ancora aleggia su Wall Street a 10 anni dalla “grande crisi” e una rivoluzione che parte dall’asset management sino all’erogazione del credito e che vede le imprese fare a gara in tutto il mondo per dimostrare un nuovo impegno a fare della sostenibilità un valore primario per il benessere generale della collettività.